La notte di San Giovanni, 23 giugno, è la notta magica per eccellenza dai profondi significati religiosi ed esoterici. Notte dei prodigi e degli inganni, dei falò per scacciare i demoni e dei sabba delle streghe.
Simbolo del solstizio d’estate, quando il sole raggiunge la massima declinazione positiva; la vittoria della luce sulle tenebre, del bene sul male. I pianeti e i segni zodiacali concorrono a caricare le pietre e le erbe aromatiche con la rugiada che irrora i campi appena raccolti.

Le Associazioni Futuro Donna e Rete al Femminile si sono incontrate all’Agriturismo Juna, a Duino Aurisina, per rinnovare la tradizione di raccogliere le erbe aromatiche del Carso, guidate da: Annalisa Conte, tecnico erborista e esperta in fitoalimurgia.
A seguire una conversazione con Bruna Scaggiante, biologa molecolare e insegnante diplomata yoga scuola “Oriente e Occidente”; Metamorfosys-UIS sul tema dei corpi sottili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.